Tour dell'Iran di gruppo con accompagnatore dall'Italia

Splendida Persia - Tour di gruppo in Iran (Prezzo tutto incluso)

Partenza - Ritorno
11/10/2019 - 18/10/2019
N° Notti
7
Prezzo
€ 1440
Auricolari Wifi
Hotel 5 stelle
Biglietti d'ingresso inclusi
Visto Incluso
Tasse aeroportuali incluse
Volo aereo incluso
Guida certificata
Hotel 4 stelle
Tour di 8 giorni con possibilità di acquistare estensione a 12 giorni ( € 645 extra)

Programma

Giorno 1

Teheran

1° giorno ITALIA - TEHRAN

Partenza con volo per Tehran. Arrivo incontro con la guida e trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate e pernottamento.

Giorno 2

2° giorno TEHERAN - SHIRAZ

Nella mattinata visiteremo la città di Teheran, situata tra 110 e 1750 metri nei pressi del monte Demavand. Il nome è composto da "Teh" (calda) e "ran" (località). Inizieremo la giornata con la visita al Museo Iran Bastan, il Museo Nazionale, al cui interno è custodita una splendita collezione di ceramiche, terracotte, sculture e incisioni in pietra recuperati nei principali scavi aercheologici. Visita al Museo Nazionale dei Gioielli dove all'interno è custodita la preziosissima esposizione della banca Melli e costituisce una delle collezioni di gioielli più preziose al mondo, accumulta nei secoli dalle dinastie persiane. Tra tutti splende in modo particolare un diamante rosa di 182 carati, il Daryae Nour (Mare di Luce), riportato in Persia da Nadir scià al ritorno dalla gloriosa campagna in India. Se troveremo il Museo dei Gioielli chiuso si visiterà il Museo del Vetro e della Ceramica, un affascinante esposizione con centinaia di reperti provenienti sopratutto  da Neishabur, Kashan, Rey e Gorgan, risalenti al II millenio a.C. Il Palazzo di Golestanuno dei monumenti storici più antico di Teheran, chiamato anche Palazzo dei Fiori, fa parte di un gruppo di edifici reali. Partenza con volo domestico dall’aeroporto per Shiraz (durata del volo un’ora circa). Arrivo in città,  Consegna delle camere, cena in Hotel e pernottamento.

Giorno 3

persepolis - shiraz

3° giorno SHIRAZ - PERSEPOLIS – NAGHSHE ROSTAM-SHIRAZ

Partenza per l'escursione a Persepoli. Originariamente chiamata Takh-e Jamshid, fu costruita nel V se. a.C. per ordine di Dario, Serse e dei loro successori. La visita si svolge fra colonne, sculture e scali imperiali in un clima di fascino e mistero unici,  tra le rovine del regno Achemenide. Si prosegue con la visita a Naqsh-e-Rostam, dove nel pendio di un monte, scavate nella roccia sono state scolpite le tombe dei Re dell'antica Persia. Rientro per la visita di Shiraz, città famosa nel mondo per i suoi giardini, per i suoi poeti, per il vino, per il micro-clima e soprattutto per i suoi monumenti. Il complesso Vakil (moschea, hammam, bazar), la fortezza di Karim Khan, la tomba di Hafez ed il caravanserraglio di Moshir. In serata Rientro in hotel cena e pernottamento.

 

 

Giorno 4

Pesargade - Yazd

4° giorno SHIRAZ - PASARGADE - YAZD

Partenza per Yazd. Nel viaggio visita di Pasargade la prima capitale del regno  achemenide, dove è collocata la Tomba di Ciro il Grande. Dopo questa sosta ripartiremo per raggiungere Yazd, città dal colore dell'argilla, nata al margine di due deserti: il Dasht-e-Kavir e il Kavir-e-Lut. Città famosa per le sue Badghir, delle torri di ventilazione posizionate sui tetti delle casa. Grazie ad un adattamento al deserto circostante, Yazd presenta un'architettura unica nel suo genere. Rientro in Hotel cene e pernottamento

Giorno 5

5° giorno YAZD - MEYBOD – ESFAHAN

Nella mattinata visita della città che ospita una delle più grandi comunità di seguaci di Zoroastro. Visiteremo il "Fuoco Sacro" un tempio  dove viene conservata una fiamma che arde dal 470 d.C.,  le "Torri del silenzio" , due colline prive di vegetazione, dove gli zoroastriani lasciavano i propri defunti agli avvoltoi perché ne spolpassero le ossa. Poi, nelle vicinanze, un cimitero moderno dell'antica religione, infine la moschea Jamé che presenta una facciata rivestita di maioliche tra le più belle dell'Iran, e il complesso di Mirciakhmaq l'antico quartiere di Fahadan protetto dll'Unesco, con la splendita piazza e il bazar. Nel pomeriggio partenza per Esfahan con sosta a Meybod per la visita della fortezza risalente a 3000 anni fa. Arrivo a Esfahan in serata, visita ai celebri ponti Sio-se pol e Khajou, sistemazione in hotel cena e Pernottamento.

 

Giorno 6

6° giorno ESFAHAN

L'intera giornata dedicata alla vista della città tra le più incantevoli al mondo. C'è un vecchio detto persiano che dice: "se vuoi vedere il mondo, basta vedere Venezia e Isfahan". Per secoli la città è stata il centro di commerci, mercanti, artigiani illuminati che hanno dato incentivo alla creazione di una città culturale, signorile che lascia seenza parole per la sua bellezza dei suoi monumenti.

Nel periodo del regno di Abbas I  il sovrano Safavide fece costruire moschee, palazzi e dimore, trasformando la città in un centro artistico. Nel pomeriggio visita alla splendita piazza della Moschea dell'Imam e del bazar. Nella grande piazza centrale Naghsh-e Jahan (metri 512 x 163) si affacciano due teorie di archi, nella parte bassa occupati da botteghe di artigiani (interessanti i negozi di preziosi: miniature, turchesi, stoffe), si vedono alle estremità della piazza i pali che servivano a delimitare il campo da Polo realizzato 400 anni fa. Tra i porticati si incastrano la Masjed-e Emam, la moschea dello Shah, in assoluto una delle più belle dell'intero mondo islamico. 

Per la raffinatezza della decorazione di piastrelle azzurre e gialle e l'armonia della cupola e degli spazi interni, il piccolo gioiello della moschea di Masjed-e Shah Lotfollah stupirà gli occhi dello spettatore. Il palazzo reale safavide Ali Ghapu e  di Chehel Sotun con l'ingresso al bazar centrale coperto da piccole cupole sormontate da un' apertura, da dove filtra tutta la luce che serve per illuminare le merci esposte.

Concluderemo camminando tra le animatissime vie del Bazar con i suoi monumenti voluti dallo Shah Abbass e i successori Safavidi. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Giorno 7

7° giorno ESFAHAN – TEHERAN

Completamento del tour con la visita della città di Esfehan con il quartiere armeno,  la chiesa visita della chiesa centrale famosa per la sua  magnifica archietettura e la Moschea del Venerdì. Finite le visite partenza per Teheran con sistemazione in hotel cena e pernottamento  

 

Giorno 8

8° giorno TEHERAN – ITALIA

Al mattino presto trasferimento in aeroporto di Teheran con le navette dell'albergo in tempo utile per la partenza del volo di ritorno in Italia.Per chi ha scelto il programma da 8 giorni, fine dei servizi e rientro in Italia, Per chi invece ha scelto l'estensione prosegue i servizi:

 

8° giorno Tehran-Cupola di Soltaniyeh -Zanjan ( ESTENSIONE) DA AGGIUNGERE € 645

Dopo colazione,partenza per Zanjan. Nel percorso la visita alla cupola di Soltaniyeh, antica capitale dei mongoli Ilkanidi del regnati in Iran nel 14 esimo secolo. Nel 2005, l'UNESCO ha elencato Soltaniyeh come uno dei siti Patrimonio dell'Umanità. arrivo in città e visita del museo etnologico dove si potrà visitare "l'uomo di sale" di 350 anni A.C. molto ben conservato, ed unico nel mondo. pernottamento.

Giorno 9

9° giorno Zanjan-Trono di Salamone-Hamedan

La mattina partenza per Hamedan , durante il percorso visita alla fortezza di Takht-e Soleiman. Si tratta del più sacro santuario dello Zoroastrismo e dell'antico Impero sassanide. Nel 2003 il sito - che si trova nei pressi dell'odierna città di Takab, nella provincia iraniana dell'Azarbaijan occidentale - è stato inserito nell'elenco dei Patrimoni dell'Umanità dell'UNESCO.

Takht-e Soleyman si trova in una valle ed include i resti di un tempio zoroastriano parzialmente ricostruito durante il periodo detto dell'Ilkhanato, oltre ad un tempio di epoca sassanide (VI° secolo) dedicato ad Anahita. Come per altri siti archeologici dell'Iran, la struttura del Tempio del fuoco, del palazzo ed in generale di tutti questi edifici si pensa abbia influenzato pesantemente lo sviluppo dell'architettura islamica. Secondo la tradizione popolare il re Salomone aveva l'abitudine di imprigionare creature mostruose all'interno di un vicino cratere profondo circa 100 metri, detto Zendan-e Soleyman (la Prigione di Salomone). In un altro cratere all'interno della stessa città si trova una sorgente naturale, che secondo la leggenda venne creata da Salomone stesso. Poiché comunque la figura di Salomone appartiene alle culture semitiche, tutti questi riferimenti alla sua persona potrebbero essersi originati durante la conquista islamica della Persia.

Un manoscritto armeno risalente al IV° secolo e in cui si parla di Gesù e di Zarathustra menziona la sorgente. Si pensa che il Tempio del fuoco sia stato costruito in quel sito proprio a causa della leggenda legata alla fonte. Gli scavi archeologici hanno rivelato tracce di una precedente occupazione risalente al V° secolo a.C. durante il periodo achemenide, così come insediamenti più tardi di popolazioni partiche. Sono state scoperte anche monete appartenenti al periodo sasanide e a quello dell'imperatore bizantino Teodosio II (V secolo). Secondo la leggenda, ogni sovrano sasanide si recava qui per umiliarsi davanti all'altare del sacro fuoco, prima di salire al trono. Arrivo in serata ad Hamedan, sistemazione in hotel.

Giorno 10

10° giorno Hamedan-Kermanshah-Hamedan

Durante il percorso sosta a Kangavar (in una zona di passaggio obbligato dall' altopiano iranico alla Mesopotamia), nota nel Medioevo col nome di Concobar, e agli storiografi arabi col nome di Qasr-al-Lusus (castello dei banditi). Vi si trova il tempio di Artemide-Anahita, di epoca portico-sassanide. Dopo la visita del tempio proseguimento per Kermanshah , ma prima dell’ arrivo in città si visita l’importante sito di " Bisetun"di epoca Achemenide, che significa "Sede dei Re” . Si tratta di un bassorilievo su una parete a picco, a 70 metri di altezza, che dimostra il trionfo del re Dario I sul mago Gaumata, che aveva tentato di impadronirsi del potere alla morte di Cambise, figlio e successore legittimo di Ciro il Grande (anno 521 a.C.). E’ stato proclamato dell’Unesco Patrimonio dell’Umanità. All’arrivo nella città di Kermanshah visita dei Taq Bostan , bellissimi bassorilievi dell’ epoca dei sassanidi. Nel tardo pomeriggio ritorno ad Hamedan, pernottamento.

Giorno 11

11° giorno Hamedan-Tehran

Visita della città dominata dal Monte Alvand e che copre i resti della capitale dei Medi e degli Achemenidi. Venne fondata dai Medi nel 712 a.C. e la tradizione ricorda che era circondata da sette giri concentrici di mura - le più interne delle quali erano rivestite d’oro e d’argento. Qui regnava il Re Medo “Astiage” che venne sconfitto dal nipote Ciro nel 550 a.C. A Hamadan si visita : Shir Sanghi (Leone di pietra) che viene attribuita ad Alessandro – e il Mausoleo di Avicenna, medico e filosofo del Medioevo, che fece le note critiche sul trattato di Aristotele.poi partenza per Tehran,arrivo in serata e sistemazione in albergo.

Giorno 12

12° giorno Tehran-Italia

Al mattino presto trasferimento in aeroporto di Teheran con le navette dell'albergo in tempo utile per la partenza del volo di ritorno in Italia.

Partenze

La quota include

  • Tasse aeroportuali:  € 190
  • Volo diretto dall'Italia
  • Visto consolare: € 85
  • Assicurazione medico bagaglio: € 30
  • Accompagnatore dall'Italia: 
  • Pensione completa con bevande ai pasti
  • Mance: € 35

La quota esclude

  • tutte le spese personali, lavanderia, chiamate telefoniche
  • tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

Info e prenotazioni

  • Indirizzo via Cesare Baronio 54/B Roma (Zona Furio Camillo)
  • Tel 06/76967993 – 06/98262011
  • Cel 3921432731
  • Fax 06/98262269
  • Mail soci@ctatuscolana.it
  • Facebook Cta Tuscolana

 

  • Per i viaggi di gruppo è necessario avere la quota d'iscrizione al costo di € 16 (nominativa) valida un anno solare. Il programma può subire variazioni a seconda delle esigenze tecniche climatiche

Hotel

  • Tehran:Grand Hotel 4*
  • Shiraz:Hotel Zandieh 5* o Chamran 5* Yazd:Moshir 4* o Arg 5* Esfehan:Khajoo 4*
  • Tehran:Ibis 4*(di fronte all' aeroporto)

Clima

L’Iran è un immenso altopiano, con un’altezza media di circa 1.200 metri, che gode di un clima secco e continentale. L’estate è molto calda ma non afosa ; autunno e primavera iniziale sono le stagioni ideali. L’inverno è freddo al nord, con possibilità di precipitazioni nevose, più mite nelle altre località. La temperatura della zona del Golfo ( Susa e Choga Zambil ) che da fine giugno a fine ottobre è torrida e molto umida, rende la zona difficilmente praticabile nel periodo estivo.

Vaccinazioni

Non è richiesta alcuna vaccinazione. Per le persone che intendono soggiornare più di 3 mesi in Iran è richiesto test per HIV. E’ bene comunque attenersi alle solite regole del viaggiatore quali bere sempre bevande sigillate, evitare verdura cruda, sbucciare la frutta, ecc. Si consiglia inoltre di attrezzarsi delle medicine essenziali come aspirina, disinfettanti intestinali nonché quelle consigliate dal medico di fiducia.

Abbigliamento

L’Iran è un paese di rigida osservanza sciita per cui durante lo svolgimento del tour le signore devono conformarsi alle leggi islamiche, coprendo sempre il capo, il collo e le braccia, indossando sopra gli abiti una casacca di lunghezza almeno fin sopra le ginocchia , a maniche lunghe e pantaloni di qualsiasi qualità , basta che non siano trasparenti e non troppo attillati o una gonna lunga fino alle caviglie.

non ha importanza il colore dei vestiti, possono truccarsi e mettere lo smalto sulle unghie o portare i sandali (nelle stagioni piu' calde).
Tali regole dovranno essere osservate nei locali comuni degli alberghi ( reception, sala ristorante,in strada,in pulman e ...)

All’arrivo all’aeroporto di Teheran le signore dovranno uscire dall’aereo già con il capo coperto. I signori possono indossare tutto eccetto pantaloncini e magliette senza maniche (Canottiere).

Informazioni di viaggio

Acquisti

I bazar offrono molteplici possibilità di acquisti. I tappeti non hanno bisogno di presentazione, ma è consentito esportare solo un tappeto di 6mq. di superficie per ogni persona. I tappeti antichi e quelli più pregiati e gli oggetti di antiquariato non si possono esportare. Di notevole pregio sono le miniature su osso e avorio, gli oggetti di rame smaltato, le stoffe e i monili d’argento. In Iran è molto di uso trattare sul prezzo .


Cucina

In Iran è severamente proibito consumare e portare con sé bevande alcoliche. Bevanda nazionale è il tè. Vengono comunque servite coca cola, birra analcolica iraniana, bibite varie. L’acqua è potabile ovunque. La cucina è un misto di influssi arabi e tradizioni persiane : ai classici spiedini di agnello, manzo e pollo ( kebab ) serviti con riso, si aggiungono un ottimo yogurt, pesce, minestre molto buone e verdure di ogni tipo. Il caviale iraniano, celebre in tutto il mondo per la sua qualità, è pressoché introvabile : lo si può acquistare in aeroporto alla partenza per il rientro. Telefono
Esistono particolari difficoltà per le comunicazioni con l’estero. E’ consigliabile farlo in hotel. Per quanto riguarda i telefoni cellulari consigliamo di prendere contatto con il proprio gestore.

Dall'Italia all’Iran: comporre il prefisso internazionale 0098 più il prefisso urbano senza 0 seguito dal numero dell'abbonato.

scheda telefonica

In aeroporto si puo` acquistare una sim card iraniana , a poco prezzo di 5 e 10 euro,dopo ritiro bagagli, con il proprio passaporto

Ti consigliamo anche